Un brivido nelle ossa, di Jane Seville

AeP - Un brivido nelle ossa

Autore: Jane Seville
Serie: Zero at the bone, libro 1
Lunghezza stampa: 455 pagine
Editore: Triskell Edizioni
Lingua: Italiano
Traduzione a cura di: Chiara Beltrami e Raffaella Arnaldi
Acquistabile qui

Trama:

Dopo aver assistito a un delitto di mafia, il chirurgo Jack Francisco viene messo in custodia protettiva per tenerlo al sicuro fino al giorno in cui testimonierà.
Un killer, conosciuto solo come D, viene ricattato e obbligato a uccidere Jack, ma quando lo trova, la sua seppur stanca coscienza non gli permette di uccidere un uomo innocente.
I due trovano un improbabile alleato l’uno nell’altro, e ben presto si vedono costretti a dover scappare dai nemici che li attendono nell’ombra. Obbligati a collaborare per sopravvivere, sviluppano un legame che si tramuta in una passione inaspettata. Jack vede l’anima ferita dietro la freddezza distaccata di D, e D trova in Jack la persona che può aiutarlo a tornare l’uomo che era una volta.
Mentre il giorno del processo si avvicina, Jack e D non solo si ritrovano a lottare per le loro vite… ma anche per il loro futuro. Un futuro insieme. 

Recensione:

Wow. Che altro dire? Wow!

Libro decisamente impegnativo, per contenuti e numero di pagine. Inizialmente ha toni e ambientazioni decisamente noir, cupi e quasi poetici, ma lentamente quel clima buio e fumoso inizia ad aprirsi, il ritmo si fa più serrato e la storia si dipana sotto gli occhi del lettore come un film dal quale non si riesce a staccarsi.

Veramente splendidi i due protagonisti, Jack e D. È impossibile non amare Jack, il medico che rinuncia alla sua vita e alla sua promettente carriera per assicurare dei delinquenti alla giustizia. Si dimostra sveglio, divertente, dolce, tenace e caparbio e mi ha conquistata subito.

Ma la vera perla del libro, colui che rende imperdibile questo romanzo, è D, il killer, l’uomo privo di emozioni, il gelido e spietato assassino, che vive pur non vivendo, trascinando la sua esistenza in un perpetuo stato di distacco autoimposto. D, l’uomo nascosto dietro gli occhiali scuri, intrappolato dentro sé stesso, in una camera blindata da cui ha il terrore di uscire e dove custodisce il nome della persona che è stato un tempo. D, così forte eppure così fragile, così mostro eppure così umano, così vuoto eppure così pieno d’amore.

La storia tra i due è un lento e doloroso percorso, fin dall’inizio apparentemente destinato a una conclusione prematura. Un futuro sembra impossibile e il presente è tutto ciò che possiedono. Per la stessa natura fugace della loro storia, tutto è amplificato, tanto da far nascere dei dubbi ai protagonisti stessi sull’autenticità delle loro emozioni.

La trama è avvincente e i colpi di scena non mancano. Niente è come sembra e nessuno è realmente degno di fiducia, eccetto loro stessi. I segreti e i sotterfugi sono il terzo protagonista del romanzo: rendono la storia imprevedibile e trasmettono al lettore un costante stato di incertezza, come una lunghissima passeggiata su un ponte tibetano sopra una gola di cui non si riesce a vedere la fine.

Interessanti i personaggi secondari, ma per come è impostata la storia si vedono solo marginalmente. I nemici sono tosti, ma su di loro avrei preferito un approfondimento maggiore.

Il romanticismo si fa attendere, ma quando arriva ti lascia senza fiato, con frasi e azioni che fanno battere forte il cuore. Ho apprezzato anche le scene sensuali che, se pure descritte, sono molto sfumate e discrete, non perdendo però la loro eroticità.

Un libro che consiglio di tutto cuore agli amanti del thriller e dei personaggi tormentati.

Ultimo e necessario appunto. Il libro è indicato come il primo di una serie. In effetti, in inglese sono stati pubblicati alcuni racconti brevi, ma dal 2009, data di pubblicazione di questo primo romanzo, non è ancora stato pubblicato il secondo, né si hanno notizie al riguardo. Questo non deve però scoraggiare. Il libro è a tutti gli effetti autoconclusivo e si può leggere senza preoccupazioni. Il finale lancia sì un accenno a un prossimo, possibile sviluppo, ma la trama trova comunque la sua conclusione. In ogni caso, io continuo a sperare di poter leggere ancora di loro.

Cate

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...