Baci sporchi, di Rhys Ford

AeP - Baci sporchi

Autore: Rhys Ford
Serie: Le indagini di Cole McGinnis, libro 1
Lunghezza stampa: 224 pagine
Editore: Dreamspinner Press
Lingua: Italiano
Traduzione a cura di: Cornelia Grey
Acquistabile qui 

Trama:

Cole Kenjiro McGinnis, ex-poliziotto e investigatore privato, sta cercando di superare la morte del suo amante, avvenuta durante una sparatoria, quando gli capita un’indagine apparentemente di routine. Investigare l’apparente suicidio del figlio di un importante uomo d’affari coreano si rivela subito un incarico tutt’altro che ordinario, specialmente quando Cole incontra Kim Jae-Min, il bel cugino del defunto.
Il cugino di Jae-Min aveva un piccolo, sporco segreto, uno che Cole conosce da tutta la vita e che Jae-Min sta ancora nascondendo alla sua famiglia. L’indagine porta Cole da ville eleganti e squallidi appuntamenti segreti di amanti fino al Dirty Kiss, il locale dove i ricchi vanno a soddisfare con discrezione i desideri di cui le loro famiglie troppo tradizionali preferirebbero non sapere niente.
Inoltre porta Cole McGinnis fra le braccia di Jae-Min, ma questo potrebbe essere un problema. La morte del cugino di Jae-Min appare sempre meno un suicidio, e il ragazzo appare sempre più un bersaglio. Cole ha già perso un amante per una morte violenta: non perderà anche Jae-Min.

Recensione:

Grazie, Rhys Ford, perché mi mancava davvero un’altra serie da seguire in modo quasi maniacale…
Togliamoci subito il dente. Piaciuto? Sì, tanto! Difetti? Sì, alcuni. Consigliabile? Sì, sì, sì! Assolutamente sì! Un libro che comincia con il protagonista in fuga, inseguito da una vecchietta ultrasettantenne vestita con lingerie di pelle nera glitterata e che tenta di farlo secco a colpi di doppietta non può che conquistarmi immediatamente!
Cole è un personaggio che affascina da subito. È una vera calamita per i guai (e mai mi vorrei trovare nei panni del suo assicuratore!), è buffo, è sarcastico, è umano. Ex poliziotto, detective privato più per passione che per vera necessità, riesce a catapultarsi nelle situazioni più assurde. Non che sia stupido, tutt’altro, vede benissimo e con chiarezza i casini in cui sovente va a ficcarsi… eppure, sembra non poterne fare a meno. Ha un passato decisamente difficile da superare, ma non è solo. Accanto a lui, ad aiutarlo e a dargli le spinte di cui ha bisogno, ci sono il fratello Mike, l’amico Bobby, la “mamma” Claudia… e infine, Jae.
Jae è imparentato con l’uomo sulla cui morte Cole è chiamato a fare chiarezza. Il mondo di Jae è molto diverso da quello del detective, che faticherà moltissimo a comprenderlo e ad accettarlo. Anche lui, personaggio molto complesso. All’inizio sembra quasi glaciale, ma lentamente viene alla luce il suo vero carattere e i motivi che stanno dietro a ogni sua azione.
La storia è ben architettata e il racconto appassiona, sia la parte romantica che quella investigativa. Ho trovato difficile posare il libro per dovermi occupare della vita vera (purtroppo ogni tanto tocca farlo), tenendolo però sempre a portata di mano per poter riprendere la lettura alla prima occasione possibile.
All’inizio, però, ho parlato di difetti. Sì, ce ne sono alcuni, o almeno io li ho percepiti come tali. Non mi è piaciuta la scelta lessicale utilizzata in certe situazioni, principalmente nelle scene di sesso. Ho trovato alcune scene quasi disorientanti, come se l’autore non avesse deciso bene se creare un clima romantico o se buttarsi più sul sesso carnale ed esplicito. Non so se l’effetto fosse voluto, ma questo mi ha fatta staccare un po’ dal libro, creando momenti di lettura piuttosto imbarazzanti.
Un altro problema l’ho avuto con l’utilizzo dei termini coreani. Leggo manga e manwha da anni, perciò sono più che abituata all’utilizzo di titoli onorifici diversi dai nostri. Non conoscendo però quelli tipicamente coreani utilizzati nel romanzo, mi sono sentita un po’ confusa per buona parte del libro. Alcuni vengono spiegati, altri no. Capisco che questo aiuta a mantenere il lettore nel “personaggio” (il libro è tutto dal punto di vista di Cole) e a fargli comprendere meglio la sua stessa confusione, ma, a un certo punto, avrei gradito un minimo di spiegazione.
In ogni caso, il libro mi è piaciuto davvero molto e sono praticamente certa di aver sviluppato una nuova dipendenza! Dando una sbirciata su Goodreads ho fatto la piacevole scoperta che la serie conta già altri libri che, a questo punto, non vedo l’ora di leggere!

Cate

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...