Aristotele e Dante scoprono i segreti dell’universo, di Benjamin Alire Saenz

o_3689_Low

Autore: Benjamin Alire Saenz
Lunghezza stampa: 320 pagine
Editore: Loescher
Lingua: Italiano
Traduzione a cura di: Aurelia Martelli
Acquistabile qui

Trama:

Di solito i romanzi parlano di protagonisti “normali” che vivono avventure straordinarie. Questo è un romanzo al contrario, che ci rivelerà quanto sia normale la vita di due ragazzi “speciali”: Aristotele e Dante. Dall’estate del 1987, nella città di El Paso, in Texas, seguiremo la più sensazionale delle scoperte mai compiute dall’uomo: la crescita.
Dal microcosmo della famiglia – con le sue regole, i suoi silenzi e le sue rigidità – al ring della scuola, fino allo sconfinato orizzonte della “vita di fuori”, quella che attende tutti tra aspettative e paure.
Aristotele e Dante scopriranno i segreti dell’universo dentro se stessi, e finalmente accetteranno di amarsi.

Recensione:

Questo è un libro, vincitore di numerosi premi letterari in America, che ho trovato un po’ per caso. Lo avevo notato in lingua originale, ma poi mi sono accorta che era stato tradotto e perciò ho optato per la versione italiana.
E qui è arrivata la sorpresa. Una piacevole sorpresa.
Il libro, un romanzo di formazione a tematica LGBT, è pubblicato come materiale scolastico, pensato per le scuole secondarie di secondo grado. Non mi sento assolutamente in grado di giudicare l’approfondimento didattico al termine del libro, non penso di averne le competenze, ma mi ha fatto estremamente piacere scoprire che, in qualche modo, c’è chi si sta adoperando per inserire queste nuove normalità tra i temi trattati dalla scuola.
Tornando al romanzo, l’ho trovato e percepito molto realistico. Mi ha piacevolmente colpita.
La storia si svolge nell’arco di poco più di un anno ed è narrata in prima persona, dal punto di vista di Aristotele. Il tema LGBT è indubbiamente presente, ma unicamente come parte di una tematica ben più complessa: la scoperta di se stessi. Chi sono? Cosa voglio diventare da grande? Qual è la mia strada? Come posso capirlo? Queste sono domande che ci siamo posti tutti, domande che servono a svelare i più grandi segreti universali: quelli che riguardano noi stessi.
Attraverso Aristotele viviamo di nuovo quei momenti: le contraddizioni, i dubbi, le incomprensioni. La famiglia è l’unico punto saldo che, bene o male, influenza ogni nostra scelta, ogni nostro piccolo gesto. Ho trovato molto bello il rapporto del ragazzo con i genitori, quel suo chiudersi a loro e, al contempo, quel suo costante bisogno di comunicazione. Il volersi sentire grande e indipendente, il rifiuto di sottomettersi alle regole misto al costante desiderio di approvazione. La necessità di riscoprire le proprie radici e la paura di rimanerne avvinghiato. Come penso sia successo alla maggior parte degli adolescenti, ho vissuto anch’io quei momenti disarmanti in cui odio e amore si mischiavano e mi mandavano in confusione.
Anche l’identità culturale di Ari, messicano di origini ma nato e cresciuto in America, gioca un ruolo fondamentale nella sua ricerca di se stesso. E poi la lettura, la scuola, gli amici. E Dante.
Dante è l’elemento che destabilizza, che rappresenta la scoperta di una parte di noi che vorremo poter respingere, ma che non possiamo negare. È quell’ultimo passo verso il mondo adulto, quel momento in cui ci si accetta per ciò che siamo, e non per ciò che vorremmo essere. Qualcuno ha la fortuna di arrivarci prima, qualcuno dopo, altri non lo accetteranno mai.
Lo stile è particolare. Si alternano capitoli molto lunghi in cui ha luogo la vera e propria narrazione ad altri molto brevi e riflessivi, quasi come fossero appunti estratti dal diario personale del protagonista. È uno stile che, unito alla narrazione in prima persona, facilita molto l’immedesimazione e trattiene saldamente l’attenzione del lettore.
Consiglio davvero la lettura, e mi auguro di cuore di trovare ancora belle sorprese come questa in futuro.

Mamma e papà si tenevano per mano. Chissà come ci si sentiva a stare mano nella mano con qualcuno. Secondo me ci potevi trovare tutti i misteri dell’universo, in una mano.

Cate

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...