Knight of Ocean Avenue di Tara Lain

KnightofOceanAvenueLG

Autore: Tara Lain
Serie: Love in Laguna, libro 1
Lunghezza stampa: 254
Editore: Dreamspinner Press
Lingua: inglese
Acquistabile qui

Trama:

Come fai ad arrivare a venticinque anni e non sapere di essere gay? Billy Ballew ha sempre evitato di porsi la domanda. Dopo aver abbandonato la scuola senza quasi saper leggere finché non si è autoimposto di imparare, il suo unico scopo nella vita è stato quello di aiutare economicamente i genitori lavorando come muratore, mandare le sorelle al college, allenare una squadra di baseball infantile e non pensare alle sue tre relazioni amorose che sono finite male. Il terrore che lo coglie quando si trova davanti un qualsiasi tipo di test gli impedisce di diventare un impresario edile a tutti gli effetti, e la paura del giudizio della madre lo rende cieco davanti a ciò che potrebbe farlo davvero felice.
Poi, durante i preparativi del grandioso matrimonio della sorella, Billy incontra Shaz, al secolo Chase Phillips, uno stilista emergente che sembra rappresentare la quintessenza del gay. Agli occhi della giovane stella emergente, Billy rappresenta tutto ciò che ha sempre desiderato in un uomo: è affidabile, onesto, coraggioso, ma se anche alla fine si rivelasse gay non potrebbe certo sopportare l’ostracismo a cui sarebbe sottoposto se decidesse di stare insieme a qualcuno di tanto appariscente. Riusciranno due uomini così diversi a trovare il modo di amarsi? Riuscirà lo stilista dell’anno a conquistare il cavaliere di Ocean Avenue?

Recensione:

Non abbiamo l’abitudine in questo blog di dare un titolo alle recensioni, ma se lo facessimo il titolo di questa sarebbe ‘grow some balls, man!’ (tira fuori le palle!). Billy è perfetto. Assolutamente perfetto. Troppo perfetto. Alto, muscoloso, capello fluente, occhio azzurro, sorriso devastante, buono, intelligente, generoso, morigerato, ordinato, rispettoso… e chi più ne ha più ne metta. In poche parole il principe azzurro, anzi, il Principe Azzurro. Sì, proprio lui, quello che tutte, e ripeto tutte, abbiamo sognato di poter avere accanto. E il problema è che Billy non ha l’apparenza di Principe Azzurro (o cavaliere nella scintillante armatura, se vogliamo rispettare il titolo) prima, per poi rivelarsi invece un bad boy. No, no, lui Principe rimane dall’inizio alla fine ed è talmente amato e rispettato da ‘convertire’ persino un branco di omofobi (o presunti tali). Un paio di difettucci però li ha: non sa vestirsi e non ha gli attributi. A risolvere i suoi problemi estetici pensa il favoloso Shazam, le palle però deve farsele crescere da solo. E ci riesce pure, in un certo senso.
Billy è un personaggio triste. Non nel senso che mette tristezza, ma nel senso che è proprio depresso. Negare tanto a lungo la propria natura, anzi evitare proprio di pensarci, non gli fa bene, quindi trascorre la vita al servizio degli altri. Che è giusto e sacrosanto, per l’amor del cielo, però è anche un tantino da sfigati (per la serie ‘fatti una vita, cribbio!’). Eppure, nonostante questo, il personaggio piace e conquista. Ebbene sì, fin da subito il lettore si appassiona alle vicende di questo ragazzone altruista e si chiede quando – oh, quando – si renderà conto che se a letto con le donne non si diverte e non riesce a far divertire, magari un motivo c’è. Che se l’unico modo per masturbarsi è guardare un filmato porno gay, un motivo c’è. Poi arriva Shaz, e boom… si apre il cielo della consapevolezza. Insieme i due fanno faville, e non solo dal punto di vista sessuale (divertenti i siparietti di letto, divano, macchina), ma è chiaro che si completano.
Che dire dell’altra metà del cielo? Shaz ha i famosi attributi. Sa cosa vuole, sa come ottenerlo e sa, quando è il momento, che non si può scendere a compromessi col cuore. Sa che una boutique nuova non vale violentare i propri sentimenti. Ovviamente anche lui è bello, intelligente, simpatico. Amato non proprio da tutti, ma quasi. La cosa che lo caratterizza, che poi è anche alla base delle difficoltà che avranno nello stare assieme, è che Shaz è molto queen: abiti sgargianti, capelli di un colore insolito, gestualità esagerata. Però è simpatico e dolce, nonostante la tempra d’acciaio.
Nel libro è assente un vero e proprio angst, nel senso che tutto è trattato in modo molto semplice e in un certo senso lineare. Vengono rispettati i passaggi obbligati e il lettore non ha mai dubbi se e quando le cose si metteranno posto. Vero che trattandosi di romance il lieto fine è scontato, però in certi libri ci si arriva percorrendo strade tortuose e irte di difficoltà: non è questo il caso. Questa è una favola, ecco. Una favola che tratta di cavalieri e di principesse che invece di essere salvate, salvano.
L’ultima nota: la scena che ho preferito è quando, finalmente, Billy mette a tacere la madre. Alla buon’ora, amico!
In definitiva un libro piacevole, quando si ha voglia di tranquillità e ci siamo accorti di aver finito la scorta di fazzolettini.

Vittoria

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...