D’amore e d’accordo, di Abigail Roux

AeP - D'amore e d'accordo

Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli, libro 5
Lunghezza stampa: 380
Editore: Dreamspinner Press
Lingua: Italiano
Traduzione a cura di: Martina Nealli
Acquistabile qui

Trama:

Abbandonato a Baltimora dal suo imprevedibile partner, l’agente speciale Zane Garrett non trova di meglio che sfogare la rabbia su qualunque cosa incontri sul proprio cammino – finché non gli viene ordinato di recarsi a Chicago per assistere un collega durante un’operazione sotto copertura. L’ultima cosa che si aspetta è di trovarvi proprio il partner fuggitivo, l’agente speciale Ty Grady. La missione per cui sono stati inviati, ossia recuperare un informatore ed ex-agente della CIA di nome Julian Cross, si prospetta improvvisamente più difficile.

Ex-marine e uomo chiave del Bureau, Ty ha un debole per i tiri mancini – tratto su cui Zane può ampiamente testimoniare. Reduce da un passato tormentato, Zane viveva solo per il lavoro, ma finalmente sta iniziando a comprendere che i lutti di un tempo non devono necessariamente gettare ombra sul futuro. I due uomini sono compagni di squadra, amici, amanti, nonché la scelta perfetta per quel genere di lavoretti insoliti. Ora, con al seguito Cross e quell’ingenuo del suo ragazzo, Cameron Jacobs, dovranno affrontare gli ostacoli di un viaggio attraverso il paese – incluse imbarazzanti perquisizioni aeroportuali, tempeste di neve, prigionieri assai poco collaborativi, squadroni di killer della CIA, carenza estrema di sonno e caffeina… e loro stessi. Ty e Zane sono determinati a scortare Cross fino a Washington, ma cominciano a dubitare di poterne uscire vivi.

Recensione:

Con questo quinto libro si conclude il primo ciclo della serie Armi e bagagli.

Amo questa serie, inutile negarlo. Questo libro in particolare è un punto di svolta che chiude una prima parte e ci lancia verso la seconda, composta da altri quattro libri (che verranno tradotti in italiano dalla Triskell Edizioni).

D’amore e d’accordo è il libro in cui l’amore tra Ty e Zane raggiunge la solidità definitiva, in cui finalmente vengono portate a termine le fondamenta su cui potranno poi costruire la loro futura vita insieme. Alla fine di questo libro, non ci saranno più dubbi su chi amano e cosa vogliono. Nessuna incertezza o timore: è il vero punto di partenza della loro vita come coppia.

“Ty,” gli disse fra un bacio e l’altro, le mani solide sul suo corpo. “Sii mio e basta. C’è tempo per il resto.”
Lui gli prese il viso fra i palmi, guardandolo negli occhi. “Sono sempre stato tuo,” disse a fatica.
L’altro gli premette le dita sulle labbra. “Perché?”
Ty scosse la testa, in cerca della risposta. Avvertì una morsa al petto e il respiro farsi affannoso, ma riuscì ad afferrare le parole giuste. Colse lo sguardo in quegli occhi scuri e, mentre parlava, si rese conto che si sentiva stordito. “Perché… tu mi rendi la persona che avrei sempre voluto essere.”
Zane tacque, scrutandolo in viso. Lui trattenne il fiato finché non lo sentì parlare. “Io ti voglio per quello che sei. Mi fai imbestialire, ma è sempre te che voglio.” 

Anche se non è il tema principale del romanzo, torna per brevi sprazzi il romanticismo del terzo libro, che addolcisce momenti difficili e dà spazio a parole e dichiarazioni che da troppo tempo noi lettori desideravamo leggere.

“Grazie, Zane.”
“Prego,” rispose lui, deglutendo e tirandosi su. “Vuoi vedere come ti sta?” Lui lo voleva eccome. Moriva dalla voglia. L’aveva immaginato chissà quante volte.
Ty gli rivolse un sorriso sbilenco e gli passò il ciondolo, risedendosi così che lui potesse legarglielo al collo. Zane sciolse il cordino di pelle e aprì il fermaglio prima di passarglielo intorno alla gola. Ci vollero alcuni secondi per richiudere la fibbia – lo sguardo di Ty lo distraeva fin troppo, e gli faceva tremare le dita – ma alla fine lasciò cadere il ciondolo, così che il cordino poggiasse sulla pelle nel modo corretto.
Ty non aveva ancora distolto gli occhi da lui. Zane sfiorò la bussola che gli ricadeva nell’incavo della gola.
“È stupenda,” disse, cominciando ad avvertire il disagio di quello sguardo insistente.
“Perché una bussola?” chiese Ty. Continuava a fissarlo.
Lui sorrise e passò il pollice sul ciondolo. “Perché mi hai guidato quando ero perso. Mi hai mostrato la strada.” Sollevò lo sguardo per incontrare i suoi occhi. “Sei la mia bussola personale.”
“Zane.”
“Lo so, lo so. Sono un tontolone sentimentale.”
“Forse. Ma sei il mio tontolone sentimentale,” rispose Ty con affetto.

In D’amore e d’accordo fanno il loro ritorno altri tre personaggi memorabili, già conosciuti ne La croce del guerriero: Julian, Cameron e Preston. L’interazione di Julian con Zane e, in particolar modo, con Ty è ciò che crea le situazioni più divertenti e ricorda, in qualche modo, il rapporto di amore/odio che c’era tra Ty e Zane nel primo libro.

Al termine del loro libro, avevamo lasciato Cameron e Julian all’inizio della loro nuova vita, decisi a costruirsi insieme un futuro solido, nonostante i rischi in cui il lavoro di Cross avrebbe potuto metterli. Sono riusciti a crearsi quel futuro, e ne avrebbero di cose da insegnare a Ty e Zane, ma non possono scappare dal passato di Julian che è tornato a presentare il conto.

Nell’altra stanza tutto taceva da un po’, e Cameron si ritrovò a sorridere pensando ai due agenti dell’FBI, duri e scorbutici. “Che cosa carina. Sono innamorati.”
“È come guardare due gattini che lottano coi machete,” borbottò Julian.
“Julian.”
“Che c’è? È strano!”

Non scordiamoci però che si tratta soprattutto di un poliziesco! E l’azione non si fa davvero aspettare. Fin dall’inizio, i protagonisti sono coinvolti in un difficile viaggio, costellato di agguati, sparatorie, lotte in svantaggio numerico, problemi doganali e fantasiosi e caparbi tentativi di fuga. In fondo, visti i personaggi coinvolti la cosa non può certo stupire. Nonostante si intraveda solo vagamente all’inizio e che entri effettivamente in scena solo verso la fine, il ruolo di Preston sarà determinante per il futuro di tutti.

E la sua entrata in scena è favolosa!

“Lui è Preston, l’autista di Julian,” spiegò Cameron.
“L’autista,” fece Zane, la voce ironica. “Anche lui antiquario?”
“No, io ammazzo la gente.”

Ritorna brevemente anche un altro personaggio che io amo particolarmente, ma che so non essere (ancora) uno dei favoriti della serie. Dategli tempo, sono certa che vi farà innamorare.

In conclusione, se mai ce ne fosse bisogno, vi consiglio vivamente di leggere questo nuovo e imperdibile capitolo della serie! Azione, sensualità, romanticismo e battute al vetriolo. Ormai, un marchio di fabbrica!

Cate

Annunci

7 thoughts on “D’amore e d’accordo, di Abigail Roux

  1. uuuuh che bella recensione per un libro stupendo! Le iterazioni tra Ty e Julian sono assolutamente esilaranti! La scena della bussola è bellissima e l’evoluzione del rapporto tra Ty e Zane è sempre raccontato in modo coinvolgente e interessante da leggere, senza contare che la parte hot non delude mai! Per quel che riguarda l’altro personaggio che torna.. beh mi sento tanto pecora nera perché io l’ho amato dalla prima volta in cui ha messo i piedi in Luci & ombre (ops, spoiler?) e non ho fatto altro che amarlo per tutti i libri successivi. Senza contare l’entrata in scena dell’altro Grady, credevo di soffocare dal ridere in quel momento XD

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...