The Stars That Tremble, di Kate McMurray

AeP - The Stars That Tremble

Autore: Kate McMurray
Lunghezza stampa: 200
Editore: Dreamspinner Press
Lingua: Inglese
Acquistabile qui

Trama:

Giovanni Boca era destinato a passare alla storia come una leggenda della lirica, quando un problema alle corde vocali interruppe bruscamente la sua carriera. Adesso impartisce lezioni di canto in una prestigiosa scuola musicale di New York City. Durante le audizioni per il suo laboratorio estivo di lirica, trova una promessa nella quattordicenne Emma McPhee. Altrettanto intrigante per Gio è il padre di Emma, Mike, un artigiano che gestisce una sua piccola impresa di rinnovo cucine e bagni dell’alta società di New York per finanziare il sogno di sua figlia.

Il partner di Mike venne ucciso quando Emma ancora gattonava e Gio rimpiange la magnifica voce che non avrà mai più, perciò l’avere perduto qualcosa è un punto che hanno in comune. L’iniziale attrazione fisica si sviluppa rapidamente in qualcosa di più e le speranze di entrambi cominciano a riempire quei vuoti che la perdita e il dolore hanno lasciato nelle loro vite. Benché Mike si chieda se gli sia davvero possibile adattarsi al mondo di alta classe di Gio, il loro legame diventa sempre più forte. Ma poi i problemi li colpiscono dall’esterno, quando la madre priva di scrupoli di un’altra aspirante cantante rischia di separare Gio e Mike, e di rovinare il brillante futuro di Emma. 

Recensione:

Libro preso per caso grazie a una promozione dell’editore e iniziato con forte scetticismo. Ho letto molti libri americani con protagonisti italiani e la frequente mancanza di cura nei dettagli, l’eccessivo utilizzo di stereotipi e l’uso errato dell’italiano me li hanno fatti odiare quasi tutti. Ma la trama mi sembrava davvero interessante e il prezzo era davvero una sciocchezza, perciò mi sono detta: Perché no? Proviamo.

E ho fatto bene.

Intanto per cominciare, questa non è la storia di due ragazzini al primo amore, o di due giovani uomini che cominciano a farsi strada nel mondo delle relazioni adulte. I due protagonisti, Gio e Mike, sono entrambi molto vicini ai quaranta e sanno bene chi sono, cosa vogliono e qual è il loro posto nel mondo. Sono uomini adulti, maturi, con un passato di amori alle spalle e un bagaglio di successi e insuccessi.

Eppure, nonostante le loro esperienze, o magari proprio grazie a esse, iniziano una relazione che è come una ventata di aria fresca nei loro cuori, che riesce a insegnare loro qualcosa di nuovo. Nonostante un timore iniziale da parte di entrambi, quando finalmente si lasciano travolgere dai sentimenti trovano l’uno nell’altro un supporto e un conforto di cui neppure sapevano di avere bisogno.

“Ti voglio, Gio.”
“Come mi vuoi?”
“Dentro di me. Sempre dentro di me. Tu… tu riempi il silenzio che ho dentro.”

Un elogio lo devo assolutamente fare per il personaggio di Gio, cantante toscano emigrato in America. L’autrice è riuscita a restare lontana da (quasi) tutti gli stereotipi, non ha recato offesa all’italiano ed è stata anche molto attenta alle differenze socio-culturali. Brava davvero!

Sempre a proposito di Gio, non posso non parlare dell’innata poesia di quest’uomo. Indubbiamente le sue origini e l’ambiente in cui lavora da una vita gli hanno fornito una cultura e una classe al di sopra dell’ordinario, ma è la sua incredibile sensibilità a renderlo un personaggio tanto speciale. Sebbene anche Mike abbia alcuni momenti molto belli ed emotivi, la maggior parte delle scene e delle parole che mi hanno portata alle lacrime sono sue.

Gio piegò la testa di lato. “Lo sai cosa ho imparato da trentasette anni passati ad ascoltare o cantare l’opera? Ho imparato che la vita è fatta di rischi e ricompense. Una grande passione è rischiosa. Ti può bruciare, può distruggerti, può strapparti il cuore. Ma è anche una delle cose più intense che tu possa mai provare. Quando ci innamoriamo mettiamo a rischio i nostri cuori, ma la ricompensa non ne vale forse la pena?” […] “Sarei disposto a rischiare molto per te, Mike, cuore incluso. Deve esserti ormai chiaro quanto ci tenga. Non ho mai incontrato nessuno come te nella mia vita e sono assolutamente certo che non può esserci un uomo più perfetto per me. Perciò togliti dalla testa questa assurdità che non appartieni al mio mondo. È solo la facciata. Tu e io non siamo che due uomini in una grande città che si sono incontrati per un qualche miracolo, e tra noi c’è l’innegabile scintilla di un qualcosa.”
Mike chiuse gli occhi. “Tu sai dire cose così. Le tue parole sono così belle. Io non ho parole del genere.” Mike aveva così tanto da dire, ma non aveva idea di come farlo. Sentiva quelle stesse cose nel cuore, però, e sapeva che si stava innamorando di Gio così come Gio si stava innamorando di lui.
“A me non importa. Hai la musica nel cuore tanto quanto me e questo è tutto ciò che importa. Che facciamo musica insieme. E se dovessimo imbatterci in qualche difficoltà? Troveremo il modo di superarla.”

Unico difetto di questo libro, a mio avviso, è la parte esplicita delle scene di sesso, che ho trovato addirittura superflua. Non il sesso in sé, però. L’autrice ha diviso quasi ogni scena erotica in due parti, una più poetica e sentimentale e un’altra più cruda e visiva. Non che mi dia fastidio questo tipo di stile, solo che l’ho trovato stonato, quasi inopportuno, specialmente dopo pezzi meravigliosi come questo:

La maggior parte dei concerti barocchi segue lo stesso schema.
Il primo movimento solitamente è veloce, qualcosa che catturi l’attenzione del pubblico. Spesso è un allegro, o un presto, o magari un vivace – ritmato e brillante. L’eccitamento del primo amore, la fretta iniziale della lussuria. Il sesso cominciò in quel modo, con eccitazione e urgenza. Era un afferrare e uno strattonare. Erano labbra fuse assieme, leccate e morsi, unghie premute nella carne. Era il tremolo del violino nel prologo di un’opera, in un crescendo pensato per costruire l’anticipazione. Erano dita e membra frementi, cuori accelerati, respiri spezzati. Era musica che montava. Era il rumore di vestiti strappati.

Ho trovato The Stars That Tremble un romanzo molto adatto ai miei gusti, maturo eppure passionale, romantico e poetico, ma anche introspettivo e talvolta difficile. Assolutamente consigliato!

Cate

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...