Cioccolato Bianco di GotenS

untitled

Titolo: Cioccolato bianco
Autore: GotenS
Lunghezza: 69 pagine
Editore: Triskell
Lingua: Italiano

Sinossi:

Amos ha avuto parecchie delusioni nella sua vita, ma quando una sera incontra la misteriosa Damy, tutto cambia. Il corteggiamento è lento, fatto di incontri e allontanamenti, accompagnati dal dolce sapore del cioccolato bianco. Pian piano, tra sms, telefonate e appuntamenti, i loro sentimenti si troveranno a combaciare sempre di più. Ma quando Damy confessa ad Amos il suo “segreto”, tutto improvvisamente crolla. Riuscirà Amos ad accettare Damy per quello che veramente è?

Recensione:

Ho preso questo racconto per la bella copertina (complimenti alla Triskell, le cui cover sono una migliore dell’altra) e la sinossi accattivante. Non sono stata delusa. Non è una storia perfetta, le incongruenze ci sono e lasciano qualche dubbio, però è scritta bene e lascia in bocca un bel sapore: quello del cioccolato bianco.

Amos è un ragazzo solitario e indipendente, con pochi amici e la classica testa sulle spalle. Testa che improvvisamente perde per Damy, una dolce fanciulla dai tratti orientali. Ovviamente, dopo aver letto la sinossi, ci aspettiamo tutti quello che puntualmente avviene, ed è questa la parte che secondo me aveva bisogno di più attenzione. Damy si presenta vestita/o da donna al primo incontro (casuale), salvo poi dire, quando ormai la bomba è scoppiata, che non lo fa abitualmente e che quella sera in discoteca c’era stata/o quasi costretto dall’amica. Qual è la verità? L’altra cosa che mi ha lasciato piuttosto perplessa è il fatto che Amos non abbia neppure un sospetto quando viene a sapere il nome vero dell’oggetto del proprio desiderio. Vero che ci sono nomi che per noi sono maschili e che nei paesi di lingua inglese sono invece usati per entrambi i sessi (Ryan ad esempio), però Damian è un nome maschile, senza se e senza ma, e un minimo sospetto il nostro Amos avrebbe dovuto averlo.La sua lotta interiore per venire a patti con quello che prova e quello che invece credeva di essere è resa bene, pur senza trascendere mai nel melodrammatico. Amos è un ragazzo forte, con i piedi ben piantati per terra e una grande forza di volontà. Ammirevole.

Dal canto suo Damy/Damian è di una dolcezza squisita, senza mai risultare stucchevole e in questo tanto di cappello all’autrice, che ha saputo costruire un personaggio pacato, gentile e seducente.Veramente bellissimo. Forse è proprio la sua presenza che, nonostante i due problemini di cui sopra, rende la storia credibile.

La scrittura, come dicevo, è bella, puntuale e curata. Una prova di tutto rispetto, complimenti! È un racconto che si legge in poco più di un’ora e che lascia una sensazione piacevole. Un misto di nostalgia e dolcezza.

Vittoria

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...